Attività Wellness

MANDI LULUR

Per chi non ha il tempo di concedersi neanche un bagno rilassante, corre dietro l’orologio e ripiega costantemente sulla doccia rapida, ignorerà, sicuramente, la pratica del Mandj Lulur che è un vero e proprio rituale del bagno, proveniente niente meno che dalla corte reale di Giava. Inizia con una specie di massaggio praticato con una sciarpa di seta. Il corpo, ben rilassato, viene poi cosparso di farina di riso e olii essenziali per purificare la pelle. Dopo un impacco profumato seguono vari passaggi nel bagno turco, infine un impacco restituivo allo yogurt. Un vero sogno. La cultura asiatica ritiene assai importante il desiderio di essere bella e non lo considera un esercizio di vanità . La bellezza è importante non solo all’ esterno ma anche all’interno; per questo, è ricercato ogni trattamento associato con la ricerca della pace interiore . Prendendo il tempo per indulgere in trattamenti di bellezza, l’individuo aiuta se stesso a tornare in contatto con il proprio corpo. Il Mandj Lulur rientra nel novero di questi trattamenti gratificanti ed è stato praticato nei palazzi giavanesi dal 17 ° secolo . Questo processo è un esfoliazione e lucidatura del corpo che lascia la pelle morbida, elastica e lucente

HOT STONE MASSAGE

Il massaggio hot stone, è un massaggio con pietre laviche, basaltiche o vulcaniche calde o fredde che vengono applicate su corpo per ottenere importanti risultati come la riduzione dei dolori muscolari o reumatici, il mal di schiena, l’insonnia e la depressione. Provoca una generale sensazione di benessere che si riflette anche sullo spirito. È una tecnica che riprende le antiche usanze dei nativi americani, degli egizi e dei sumeri che avevano scoperto la capacità curativa delle pietre, capaci di acquisire o rilasciare calore: il massaggio può essere effettuato infatti con pietre calde o fredde. Nel massaggio con pietre calde si usano di solito delle pietre laviche riscaldate in acqua a 65-70°. Sulla parte da trattare viene prima applicato un olio per preparare la pelle. La pietra calda continuerà a rilasciare calore fino a quando non si sarà raffreddata e sarà sostituita con un’altra calda. Il trattamento è indicato per dolori muscolari, mal di schiena, depressione e insonnia. È sconsigliato a chi soffre di problemi di fragilità capillare, i quali potranno usufruire del massaggio con pietre fredde. Tale tipologia di massaggio prevede l’uso di pietre bianche come quarzo, raffreddate in ghiaccio e serve a tonificare e stimolare l’apparato circolatorio e soprattutto i muscoli

IL BAGNO TURCO

Il bagno turco, che differisce dalla sauna in quanto è caratterizzato da un ambiente fortemente umido, è un toccasana per il benessere e la bellezza del nostro organismo in quanto favorisce l’eliminazione delle tossine e degli strati cutanei di scarto grazie alla sudorazione indotta dal vapore acqueo e da temperatura (circa 44°) e umidità elevate (100%). I benefici riguardano anche la salute, soprattutto per coloro che accusano problemi di respirazione. La vasodilatazione indotta dal vapore umido facilita l’espulsione delle tossine attraverso pelle, polmoni e reni. Il bagno turco aumenta le capacità di reazione del sistema immunitario e linfatico, scongiurando possibili malattie infettive. L’ambiente rilassante aiuta a combattere tensioni e stress, contribuendo a migliorare l’aspetto fisico e l’efficienza dell’organismo. Dopo un bagno turco la pelle risulta purificata, luminosa, morbida ed elastica. Non esistono controindicazioni all’uso di questo bagno purificatore, che pertanto è indicato ad individui di ogni età. Salvo indicazioni particolari del proprio medico curante, si può fare anche tutti i giorni. Prima di effettuare un bagno turco, è una buona idea quella di frizionare la pelle con un guanto di crine: si eliminano così le cellule morte e si prepara la pelle al trattamento.

1. Onde evitare di disidratarsi, bere almeno uno o due bicchieri d’acqua prima di entrare nel bagno turco.
2. Evitare di mangiare troppo o immediatamente prima di entrare nella sala di vapore, in quanto il calore intenso interferisce con la circolazione e la digestione.
3. Fare una doccia prima di entrare nella stanza del bagno turco, in modo tale da preparare il corpo ad un’immersione nel vapore.
4. Lasciare fuori ciabatte,costume ed asciugamani.
5. Sciacquare bene il proprio posto a sedere con dell’acqua.
6. Se possibile,sostare solo da 12 a 18 minuti alla volta, questo per non sottoporre il corpo ad un eccessivo stress termico. 7. Appena usciti fare una doccia tiepida.
8. Prima di passare ad un’altra attività come l’idromassaggio o la piscina, assicurarsi che il corpo sia tornato a temperatura ambiente, per non rischiare spiacevoli malesseri legati alla circolazione. Se possibile, evitare di entrare nella sala di vapore con lo stomaco totalmente vuoto o troppo pieno. Una bella doccia calda prepara il corpo a temperature più elevate, apre i pori e favorisce il rilassamento muscolare.
Appena prima di entrare, asciugarsi completamente per favorire la successiva sudorazione. All’interno del bagno turco si sta totalmente nudi. Man mano che il corpo si abitua alle nuove condizioni, il respiro si fa lento e regolare e si avverte una crescente sensazione di calma. La posizione migliore da assumere durante il bagno di vapore è quella seduta o semi sdraiata. Se il calore dovesse sembrare insopportabile, è bene rinfrescarsi di tanto in tanto con l’apposita doccia con acqua fresca. Per capire quando è il momento giusto per uscire dal bagno turco, occorre imparare ad ascoltare il proprio corpo, evitando di trattenersi oltre la prima percezione di malessere. Una volta completato l’iter,doccia tiepida e riposo,magari anche un breve sonnellino…..vi sveglierete come nuovi